-E dai…digli qualcosa!

                                                 Digli qualcosa di sinistra, ma anche di destra….

Butto un’occhiata verso il tappeto, alzo il sopracciglio, torno sulla pagina che sto leggendo.Ma prima, con voce afona:

                                                          -Sta buono a cuccia e non rompere.

 

-Questo è di destra…. e’ di ESTREMA  destra….Vieni con me Laky va, andiamo a fare i figli dei fiori, andiamo a farci una canna