Mi è sembrato oppurtuno che questo spazio che come tutti sanno prende il titolo da Mr Baccolo, cominci ad avere una sua specializzazione. Una certa peculiarità, consultatami con il responsabile ho deciso di dare una certa piega che si potrà facilmente intuire e verrà sviluppata strada facendo. perchè qui più che un blog in movimento mi pare ci sia un gran disordine, caos, entropia, proprio quella mancanza di organizzazione che impedisce il movimento. buon divertimento.

t’ aspetto vedovanza
t’ aspetto dolce lutto

lui ha messo sotto il moggio
la mia lampada d’ Aladino
m’ ha chiamata bugiarda
io non dicevo nulla

t’ aspetto vedovanza
t’ aspetto dolce lutto

entrando nel bordello
s’ è cavato l?anello
e là dentro ne ha scelto
una simile a me
e poi con i miei nomi
cognomi e soprannomi
febbrilmente l’ ha insultata
poi di colpo l’ ha frustata
con me quel coraggio non l’ aveva

tu sei la mia cagna
e il tuo nome è Fedele
se, bella, su le zampe
così lui le diceva

t’ aspetto vedovanza
t’ aspetto dolce lutto

e poi
mi si è gettato addosso
come su una nemica
s’ è messo ad abbracciarmi
s’ è messo a carezzarmi
e piangendo mi diceva che ero io
l’ amore della sua vita

t’ aspetto vedovanza
t’ aspetto dolce lutto

e già il mio amante in ginocchio
lava il sangue del delitto
nell?acqua dei miei occhi.

j. prèvert: j’attends da la pluie et le beau temps

piccola noticina: gli autori stranieri andrebbero sempre letti in lingua originale, c’è qualcosa che si perde inevitabilmente nella traduzione e insieme qualcosa di estraneo che si assomma allo spirito dell’autore, l’ ‘intenzione del traduttore. Questa traduzione che riporto( Margoni e Madoni, lo so non ve ne frega niente) non è affatto letterale, sally avrebbe fatto diversamente e non avrebbe di certo messo l’amante in ginocchio.