Scorrendo un po’  questo mio blog, questo condominio abitato da strane creature mi sono accorta di mancare da un po’.
Adesso mi toccherà dare aria alle stanze, battere i tappeti, togliere la polvere e alzare le tende.
Non me n’ ero per niente accorta…è che tra vacanze, tzunami, bella tv e distrazioni varie…ma poi, te lo devo proprio dire, gennaio per me non è un bel mese. A gennaio non sono per niente buona.
La cosa comincia già a Natale, in maniera subdola e silente, con tutte le lucine e i panettoni, i buoni propositi e le vetrine addobbate…sento nascere una sottile perfidia dentro che senza neanche accorgermene nutro con dolci, pranzi e cenoni dai parenti.
Come sono buoni i parenti.
Troppo buoni.
Alla fine mi ritrovo sfiancata e grassa, devo sdraiarmi sul letto per tirare su la cerniera dei pantaloni ed è lì che comincio a sentirmi cattiva, davvero cattiva.
Poi scopro anche che cattiva è bello.
Così durante tutto gennaio do sfogo alla mia cattiveria, quella più profonda andando a pescarla anche nella parte più recondita di me. Mangiando cioccolata a dismisura mi riesce meglio. Amara, naturale.
Passato gennaio e dato fondo alla parte peggiore di me ed alle scorte di cioccolata posso vivere i restanti 11 mesi dell’anno in condizioni di quasiserenità.

ma a gennaio sono molto cattiva…