Se canta gente come Francesco De Gregori per questa volta è meglio, tu lo lo sai a quest’assurda classifica su chi è meglio e chi è peggio, alla ricerca del migliore in assoluto non ci sto. C’è un tempo per ognuno, tranne per qualcuno che è proprio fuori tempo. Poi ognuno ha un tema e qualcuno delle volte fa anche poesia.

Mamma chissà se valeva la pena
fare tanta strada e arrivare qua
la gente è la solita non cambia scena
la stessa che ho lasciato tanto tempo fa.
Hanno fame di soldi, hanno fame d’amore
e corrono a cento all’ora
i loro figli non somigliano a niente
l’adolescenza subito li divora.
Ma se potessi tornare indietro
indietro io ci tornerei
ma se potessi cominciare daccapo
quello che ho fatto non lo rifarei.
Ora c’è una ragazza di vent’anni che vive qua
con lei dorme la notte
e divido la notte e una notte forse lei mi sposerà.
Ora c’è una miniera
che ci danno mille l’ora per andare giù
e quando usciamo inciampiamo nelle stelle perché le stelle
ormai quasi non le vediamo più.
E meno male che c’è sempre qualcuno che canta
e la tristezza ce la fa passare
se no la nostra vita sarebbe come una barchetta
in mezzo al mare
dove tra la ragazza e la miniera
apparentemente non c’è confine
dove la vita è un lavoro a cottimo
ed il cuore un cespuglio di spine.
E meno male che c’è sempre uno che canta
e la tristezza ce la fa passare
se no la nostra vita sarebbe una barchetta
in mezzo al mare
dove tra la ragazza e la miniera
apparentemente non c’è confine
dove la vita è un lavoro a cottimo
ed il cuore un cespuglio di spine.
( la ragazza e la miniera f. de gregori)